• RSS
  • youtube
Home  -  Società  -  Chi è Kate Middleton, la nuova Diana (oppure no?)

Chi è Kate Middleton, la nuova Diana (oppure no?)

Le accostano sempre ma una fonte vicina al Palazzo afferma che le due donne non potrebbero essere più distanti, a partire dai mariti

Chi è Kate Middleton, la nuova Diana (oppure no?) Chi è Kate Middleton, la nuova Diana (oppure no?)
I due fidanzamenti ufficiali: Carlo e Diana e Catherine e William

Tag:  Diana famiglia reale Kate royal watcher William

di Alessia Sironi

Tutti i media continuano a mettere inesorabilmente a confronto Catherine, principessa di stile, e la tanto amata Diana già regina nei cuori dei sudditi di Sua Maestà. “Da tempo la Monarchia non vedeva la presenza di una donna in grado di attirare le masse come riusciva a fare la giovane Diana”, racconta a Panorama.it un royal watcher, da anni vicino al Palazzo tanto da essere stato più volte vistato in compagnia sia di Lady D che di Sarah Ferguson, ex moglie del principe Andrea.

“Kate ha fatto benissimo ad imparare dagli errori di un’inesperta Diana e utilizzare a suo favore le strategie apprese durante tutti gli anni di fidanzamento, 10 in tutto tra  quelli ufficiali e non”. Difficile paragonare la fragile personalità della mamma di William, che si è ritrovata poco più che maggiorenne in balia degli eventi e soprattutto di una famiglia e di un marito che l’hanno sempre – per sua ammissione – fatta sentire di fuori luogo, a quella della duchessa di Cambridge. Senza contare il fatto che, sin dall’annuncio del fidanzamento, Diana ha dovuto fare i conti con una terza incomoda (Camilla), mentre William si è sempre dimostrato attento ai bisogni della sua compagna e soprattutto innamorato della sua donna.

Tutto questo”, continua l’esperto, “fa si che le due figure non possano essere messe sullo stesso piano. Anche per un diverso tipo di istruzione: Diana poteva contare sono un diploma di maestra d’asilo, Kate invece si è laureata a pieni voti nella prestigiosa università di St Andrew's, in Scozia, dove pare sua madre l’abbia iscritta nella speranza che incontrasse proprio il principe azzurro”. Possono quindi esserci certamente affinità estetiche tra le due “principesse”, soprattutto se si prende in esame la Diana degli ultimi tempi, molto attenta alla moda, molto più elegante, raffinata e di classe, più snella e meno goffa della ventenne che in abito da sera ballava alla Casa Bianca. Ma di certo le analogie finiscono lì.

Kate ha guadagnato molto da anni di immagini appaiate delle due sui rotocalchi di tutto il mondo”, dice il royal watcher, “è partita con una marcia in più e anche con qualche punto a suo favore dovuto all’età e alla furbizia: le sue quotazioni hanno avuto poi un’impennata quando si è fatta paparazzare facendo shopping all’interno di grandi catene low cost. Diana ci ha messo un decennio e un divorzio prima di arrivare a “manipolare” i media a suo piacimento. Kate fin dai primi passi all’interno di una famiglia ingombrante come quella Reale si è subito dimostrata una donna determinata e sicura di sé. Si è perfino permessa di dare un aut aut al futuro Re d’Inghilterra quando lui si mostrava incerto sul tema-matrimonioKate sapeva che non l’avrebbe perso. Ne era certa. Ecco perché ha azzardato un tale comportamento”.

In cosa altro sono diverse? Sicuramente negli uomini che si ritrovano a fianco. Diana seppur innamoratissima di Carlo non è mai riuscita a farsi riamare allo stesso modo e il “wedding of the century” che tutti avevano ammirato con orgoglio si è subito rivelato una farsa: un escamotage della famiglia Reale per guadagnare quote di mercato, direbbero gli esperti di marketing.

“Invece è sotto gli occhi di tutti l’amore che questa giovane coppia sprigiona”, conclude il royal watcher che tiene a precisare che però ci sono in ballo anche tanti interessi: “A William fa comodo essere sempre accompagnato da una donna che non ha grilli per la testa, che si dimostra sempre all’altezza della situazione (scivolone del topless a parte) ma soprattutto che va d’accordo con la famiglia e porta alle casse dello Stato oltre 2 milioni di sterline. E Catherine non poteva sperare in una posizione migliore, le manca solo di dare alla luce un erede al trono, possibilmente maschio, anche se i tempi sono cambiati e non è più così indispensabile e, come si dice in questi casi, la ragazza sta in una botte di ferro”.

Una moderna coppia che ha imparato – anche dagli errori della principessa Diana – che l’amore viene prima di tutto. Ma che un occhio ai propri interessi non guasta.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenti


Speciali

Video Hot